American Horror Story: Roanoke – possibile spoiler –

AMERICAN HORROR STORY: ROANOKE, ALLERTA SPOILER SULLE PRIME TRE PUNTATE!

ahs_roanoke

Ieri sera è andato in onda, anche qui in Italia, il terzo capitolo della sesta stagione di American Horror Story – da qui in poi abbreviato con la sigla AHS -.

Credo che un po’ tutti, nel tempo, avessimo abbassato le aspettative su questa serie che di anno in anno diventava meno horror, meno originale, sempre più polpettone.

Ogni anno, la stagione di AHS cominciava e tutti proiettavamo grandi aspettative. Eravamo molto colpiti dalle ottime interpretazioni dei soliti (grandi, per carità, ma un po’ ripetitivi) attori. “Quest’anno AHS sarà una bomba! Vedila, mi raccomando” e scommetto che anche voi, dopo tre o quattro episodi – di solito dopo la puntata a tema Halloween – decidevate di abbandonare quell’orribile accozzaglia.

(ULTIMO AVVISO ALLERTA SPOILER! Si salvi chi può, fate uscire prima donne e bambini!)

Questa nuova stagione comincia invece con un nuovo formato e con una squadra parzialmente rinnovata (peccato per il parzialmente) e questo ci è sembrato un gran bene per la sceneggiatura, per la trama e per la noia a cui il pubblico si stava rassegnando.

image

Dopo una falsa partenza urbana californiana, la trama si sposta in Carolina del Nord. Uno stato del Sud, carico di storia, fascino e alterità antropologica nell’immaginario statunitense. Il posto ideale per sviluppare una trama in cui all’ odierna tv-realtà – dove i personaggi direttamente coinvolti nei fatti ci raccontano la loro storia – si mescolano le inquietudini sulla problematica razziale e un substrato di magia agreste (ci sarebbe lungamente da riflettere, sul gran fiorire di tematiche horror nei luoghi della fusione culturale afro-europea).

La prima puntata, specie se vista nel giusto mood e ambiente, può dare un qualcosa allo spettatore: la casa nel bosco, la coppia mista, il pestaggio iniziale.

american-horror-story-roanoke-twist

Il secondo episodio, purtroppo si apre con delle scene di mostri e inseguimenti, già viste in AHS (monopolizzate dai soliti noti), ma nel complesso non procede male. Si introduce un fugace dubbio sulla sanità mentale della giovane donna bianca e fanno la loro comparsa le bambine Flora, quella viva, e Priscilla, quella morta.

Infine, il capitolo tre, andato in onda ieri nel nostro paese. Si riparte dalla scomparsa di Flora, con il ritrovamento del suo cappottino in cima ad un albero, i sospettati principali sono i contadini bianchi del vicinato. Il medium esperto nel ritrovamento di bambini dispersi, che arriva e chiede soldi dopo aver organizzato una seduta spiritica, introduce finalmente un po’ di aria fresca.

roanoke

Peccato per il salto nel tempo e la ricostruzione dei fatti di Roanoke (di cui veramente non ce ne frega nulla) abbastanza scontata e poco movimentata.

Una stagione forse innovativa e simpatica che potrebbe risollevare le sorti di una serie tv noiosa (ma che tanto piace agli americani, gli stessi che hanno preferito Trump e Clinton a Bernie Sanders, non vi sembra già questo un buon motivo per non fidarci del loro giudizio?)

Vi lascio con il trailerhttps://www.youtube.com/watch?v=bcshmy-o244


 

  • Gianni Parrocchetto

 

Recommended Posts

Leave a Comment