Il mistero dei cerchi nel grano

Continuano le riflessioni di Antonella Polenta – già autrice del testo fantasy per ragazzi “Nel cerchio del tempo“- su un mistero contemporaneo: i crop circle.


Sono più di venti anni che si parla della comparsa di singolari cerchi nei campi di frumento e ancora oggi non è stata trovata una spiegazione univoca. Le ipotesi sono varie e suggestive. Dalle manifestazioni aliene alle sfere di luce che correndo sulle spighe determinerebbero il loro ripiegamento al suolo.

Oppure interpretazioni mistiche e ancestrali, soprattutto per la vicinanza ai luoghi dove per la prima volta apparvero i crop circles del sito neolitico di Stonehenge (pietre sospese disposte in circolo).

Dai cerchi nel grano al “Cerchio nel Tempo” di Antonella Polenta

Insoliti oggetti in crisocalco avvistati da tre ragazzini nel campo di grano dei rispettivi genitori, in cui durante la notte sono comparsi anche dei cerchi, una sorta di pittogrammi vegetali, susciteranno nell’intrepido terzetto tanta di quella curiosità da spingere i fanciulli a vederci chiaro. E così dopo aver raccolto lo straordinario bottino e in compagnia di Spiro, il cane di Gioacchino, varcheranno ignoti confini per ritrovarsi in luoghi caratterizzati da nuove e misteriose realtà. Il percorso si dispiegherà in un mondo incantato nel quale i tre protagonisti, entrando in contatto con divinità di un antichissimo passato, nella fattispecie assiro-babilonesi, saranno costretti a fronteggiare insidie, tranelli, trabocchetti, a risolvere enigmi e indovinelli, a giocare d’astuzia e abilità. Un percorso difficile e impervio ma necessario per riportare la pace nell’universo e impedire la vittoria del Caos conseguente alla detrazione delle Tavole dei Destini che lo spietato Nergal, dio delle Tenebre e delle Pestilenze, aveva operato a danno del padre Enlil, dio della Terra. Durante il tragitto i ragazzi impareranno a conoscere le loro capacità, i propri difetti, i rispettivi pregi e soprattutto a volersi bene.


  • Antonella Polenta
Recommended Posts

Leave a Comment