Michael – Racconto 1

Federica D’Avola autrice di “La guardiana degli spiriti“, presenta una serie di racconti per introdurre i lettori nel mondo soft-horror del suo testo. Buona lettura!


 

Forse dovrei credere di più in me stesso.
Mi ero rintanato in camera mia, appena finito il colloquio, e da allora erano già passate 24 ore.
Sapevo di essere da solo in casa, i miei genitori erano a lavoro e le mie sorelle a scuola, uscii dalla mia stanza e mi fiondai in cucina a cercare qualcosa da mangiare.
<< Michael >> sospirò mio padre.
Non mi ero accorto della sua presenza su una poltrona.
<< Che ci fai a casa? >> chiesi tenendo gli occhi bassi.
<< Dovevo darti questa >> disse sventolandomi davanti gli occhi una busta.
Me la lasciò tra le mani ed uscì di casa, dandomi una pacca sulla testa. Non l’aveva aperta, ma ero sicuro che avesse chiesto ad uno dei suoi amici come fosse andata.
I Sanders, la mia famiglia, combattevano tra le fila dei James da generazioni. Discendevo da valorosi guerrieri che avevano dedicato la loro intera esistenza alla causa.
Mio padre comandava uno squadrone che portava numerose vittorie, mentre mia madre lavorava nella ricerca. Ero il più piccolo e le mie sorelle, più grandi, erano all’ultimo anno d’accademia e combattevano al fianco di nostro padre. Come potevo sentirmi a mio agio con una famiglia così blasonata alle spalle?
Tornai nella mia stanza e aprii la lettera. C’era solo un foglio piegato all’interno e con poche parole.
<< Mister Michael Sanders, la informiamo che è stato ammesso alla nostra accademia >> lessi ad alta voce, strabuzzando gli occhi.
Ero uno dei vincenti! Le mie sorelle avrebbero smesso di considerarmi come un tenero bambino, ormai ero abbastanza grande.


 

  • Federica D’Avola
Recommended Posts

Leave a Comment