Breve racconto di Massimiliano Ferreri

Massimiliano Ferreri, già autore di “Il leone e la balena“, ha scritto per gli affezionati del nostro blog un nuovo breve racconto.

Buona lettura!


 

Un giorno un giovane ragazzo indiano , le cui esperienze avevano già fatto di lui un uomo, nella sconfinata savana alla ricerca di se stesso incontrò invece la tigre.
Ora poteva scegliere se tentare di fuggire, con la consapevolezza che sarebbe stato raggiunto e divorato, vivendo così una disarmonica fine o sedersi e donarsi… Vivendo un’elegante ed armonica dipartita da questa vita e da questo mondo.
Si sedette. Incrociò le gambe ed iniziò ad armonizzarsi con il tutto. Cominciò ad essere. La tigre si avvicinò a lui, lo fiutò per sincerarsi della verità di tale gesto. Era sincero, era nobile e vero.
Il giovane, che aveva gli occhi chiusi, percepì la vicinanza della tigre e mentalmente gli disse “ti prego , divorami, rendimi parte di te, di un’ entità così nobile e vera che riesce a stare in questo mondo senza superfluità. divorami, non posso più stare nel mondo degli uomini, così pieno di superflui codici… Rendimi parte di te. Permettimi l’onore di unirmi a te, portami via de questo mondo”.
La tigre ascoltò il pensiero dell’uomo e sospirò. Era un sospiro che emanava compassione; l’uomo percepì ciò: “posso avere l’onore di guardarti? …. Mi piacerebbe tanto”.
“Guardami, apri i tuoi occhi e guarda ciò che è vero, ciò che è rimasto integro”. L’uomo guardò , e nel guardarla finalmente respirò, respirò veramente, come era tempo che non riusciva a fare, poi, naturalmente, percepì che poteva toccarla e delicatamente mise la sua mano destra sulla fronte della nobile fiera.
Era un momento che valeva un’esistenza intera. Era l’ infinito stesso.
“E adesso, ti prego, fallo… ”
… La tigre lo morse sul collo, e con forza e conoscenza, cercò il più velocemente possibile di portar via la vita da quel corpo… Iniziò a divorarlo, ma per la prima volta, nel compiere tale atto, si ritrovò con delle enormi e perlacee lacrime che rigavano il suo volto.

Recommended Posts

Leave a Comment